Utilizza la versione mobile

Basilea III

Basilea III è un accordo internazionale sui requisiti patrimoniali delle banche dei paesi aderenti. La disciplina Capital Requirements Directive (CRD), recepita dalla Banca d’Italia con la circolare n. 263/2006, è entrata in vigore dall’inizio del 2007 quale fondamento per l’introduzione della normativa di Basilea II nell’Unione Europea.


Cosa comporta per le banche.
Le banche devono classificare i propri clienti in base alla loro rischiosità, attraverso procedure di rating. Devono accantonare quote di capitale proporzionali al rischio derivante dai vari rapporti di credito assunti.
Maggior rischio = maggiori accantonamenti.


Cosa comporta per le imprese.
Le imprese, in particolare le PMI, devono attuare politiche, gestionali e di bilancio, che abbiano lo scopo di rafforzare la propria struttura e la propria immagine per affrontare serenamente l’esame dei rating bancari.

La circolare n.263/2006 della Banca d’Italia, che disciplina le metodologie di ...

La disciplina CRD, Capital Requirements Directive, recepita dalla Banca d’Italia con ...

Ai sensi delle disposizioni di vigilanza per le banche - Circolare Banca d'Italia ...