Utilizza la versione mobile

Mutuo Chirografario Protetto

Il mutuo chirografario “prestito protetto” comporta l’erogazione di una somma di denaro al cliente, che si impegna a restituirla in un arco di tempo concordato con la banca.

Il rimborso avviene mediante pagamento di rate periodiche comprensive di capitale e interessi, secondo un piano di ammortamento definito al momento della stipulazione del contratto.

Il tasso di interesse può essere fisso o variabile. Le rate possono essere mensili, trimestrali, semestrali o annuali.

Il mutuo chirografario “prestito protetto” non è garantito da ipoteca su immobili. La banca può tuttavia richiedere altri tipi di garanzia (ad esempio fideiussione, cambiale).

Il mutuo chirografario “prestito protetto” è un prestito proposto in abbinamento ad un prodotto assicurativo per consentire al cliente che accede al credito di tutelarsi, salvaguardando nel contempo, gli impieghi della Banca.

Con il mutuo chirografario “protetto” il contraente si mette al riparo dalla potenziale sopravvenuta incapacità di rimborsare il prestito per:
– Morte a seguito di infortunio e/o malattia
– Invalidità permanente (oltre il 60%) da infortunio e/o malattia
– Inabilità temporanea totale da infortunio e/o malattia
– Perdita involontaria del posto di lavoro (solo per i lavoratori dipendenti)

Le norme e le condizioni che regolano la copertura assicurativa “Mutuo chirografario protetto” sono contenute nelle Condizioni di polizza che viene consegnata al cliente in occasione della sottoscrizione.

Leggi il foglio informativo