Utilizza la versione mobile

Finanziamenti Import/Export

Il finanziamento all’importazione è un’operazione finalizzata al regolamento all’estero, per conto dell’importatore cliente, del prezzo dovuto per l’acquisto di beni e/o servizi.
Il finanziamento all’importazione è normalmente un’operazione contenuta nel breve termine: più precisamente, la durata dello stesso non supera, di regola, i 180 giorni.

L’anticipo all’esportazione è un’operazione finalizzata a creare una disponibilità finanziaria a favore del cliente, in relazione ai crediti vantati nei confronti di controparti estere, per aver fornito loro merci o prestato servizi.

In tal modo il cliente consegue l’anticipata “monetizzazione” di un proprio credito, con il cui incasso la banca ottiene il rimborso delle somme anticipate. A fronte delle singole richieste di anticipo il cliente è tenuto ad esibire la documentazione che assiste l’esportazione. L’anticipo all’esportazione è normalmente un’operazione contenuta nel breve termine e, più precisamente, la durata dell’anticipo non deve superare la scadenza prevista per il pagamento della fattura, compresi i tempi tecnici per l’incasso. La somma anticipata non supera normalmente l’80% dell’importo facciale della fattura.

Il prefinanziamento all’esportazione è un’operazione con la quale la banca mette a disposizione del cliente, a tempo determinato, una somma di denaro, in relazione all’esibizione di documenti (quali ad esempio, contratti, ordini, fatture pro forma) attestanti esportazioni future di beni o servizi.
L’importo finanziato non supera normalmente il 50% del valore dell’operazione commerciale risultante dalla documentazione esibita. Alla scadenza il cliente può richiedere un anticipo all’esportazione. I finanziamenti all’importazione, gli anticipi e i prefinanziamenti all’esportazione possono essere accesi, secondo le esigenze del cliente, in euro o in divisa estera. La banca può richiedere che siano assistiti da idonee garanzie.

Principali rischi (generici e specifici)
Nell’anticipo all’esportazione, obbligo da parte del cliente di rimborsare alla banca le somme da questa anticipate in caso di mancato incasso del credito verso l’estero.
Variabilità del tasso di cambio qualora il finanziamento sia acceso in una divisa diversa da quella della transazione commerciale sottostante. Impossibilità di beneficiare delle eventuali variazioni, verificatesi nell’ambito del mercato monetario, dei tassi al ribasso trattandosi di finanziamenti a tasso fisso.

Leggi il foglio informativo