Utilizza la versione mobile

Tutti i numeri delle BCC I dati di sistema al settembre 2013

Pubblicato il 3 febbraio 2014 alle 19:05
 
 

Federcasse comunica i dati di sistema BCC al 30 settembre 2013. A quella data operavano in Italia 388 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali, con 4.455 sportelli (pari al 13.9 per cento di tutti gli sportelli bancari italiani). La presenza diretta delle BCC è in 2.711 Comuni ed in 101 Province. I soci sono 1.161.346, con un aumento del 3.2 per cento su base annua. I dipendenti 37 mila.

La raccolta complessiva si attesta a 190,1 miliardi (+5,3% a fronte di un -3,5% registrato nel resto del sistema bancario); la raccolta da clientela + obbligazioni è
invece pari a 157,7 miliardi (+ 3,8% a fronte di un -1,9% per il resto del sistema. La quota di mercato della raccolta da clientela, comprensiva di obbligazioni, è del 7,6%,
).

Gli impieghi si sono attestati, invece, a 136,2 miliardi (- 0,9% a fronte del -3,5% per il resto del sistema. La quota di mercato degli impieghi è del 7,2%). Considerando anche i finanziamenti erogati dalle banche di secondo livello del sistema, gli impieghi ammontavano complessivamente a 149,3 miliardi di euro, per una quota di mercato del 7.9%.

Tra questi: gli impieghi erogati alle sole imprese sono pari a 88,9 miliardi di € (-1,4% contro il -4,5% del sistema bancario complessivo). La quota di mercato delle BCC per questa tipologia di prestito è del 9,7%. Considerando anche i finanziamenti alle imprese erogati dalle banche di secondo livello del Credito Cooperativo, gli impieghi al settore produttivo superano in totale i 99 miliardi di euro e la quota di mercato della categoria si attesta al 10,8%.

L’aggregato patrimoniale (capitale e riserve) è pari a 20 miliardi di € (con una crescita del 2,2%).

Il Tier 1 ratio ed il coefficiente patrimoniale delle BCC sono pari, rispettivamente, al 14,3% ed al 15,2%.

Infine, gli impieghi erogati dalle BCC italiane rappresentano il 22,6% del totale dei crediti alle imprese artigiane, l’8,6% alle Famiglie, il 17,6% alle imprese familiari, l’8,7% delle Società non finanziarie, il 12,5% del totale dei crediti alle Istituzioni senza scopo di lucro (Terzo Settore).